Location

a pochi minuti dalle meravigliose spiagge antistanti la meravigliosa Isola di Dino.

"Tea Isola Dino" propone soggiorni settimanali (sabato/sabato) in esclusive ville o villette, autonome e indipendenti, con posto auto, giardino e possibilità di piscina fuori terra, ubicate di fronte la meravigliosa Isola di Dino (Praia a Mare) a pochi minuti dalle più belle spiagge della costa.

I prezzi non sono comprensivi di oneri accessori (esempio: biancheria, consumi, tassa di soggiorno, pulizia finale) Per maggiori informazioni scrivere a prenotazioni@teaisoladino.it oppure contattare telefonicamente il n. 3773361322

 

PRAIA A MARE - ISOLA DINO - SANTUARIO MADONNA DELLA GROTTA

Praia a Mare è una bellissima cittadina posta tra le montagne e il blu del mare, al confine tra Calabria e Basilicata.
E' caratterizzata da Spiagge di sabbia scura finissima e di ciottolato, coste frastagliate, fondali popolati da gorgonie, stelle marine e numerose specie di pesci sono alcune delle caratteristiche che hanno reso Praia a Mare una delle località turistiche più rinomate della Calabria. Dinanzi la scogliera di Fiuzzi s'innalza la maestosa Isola di Dino, dove vegeta la Primula palinuri (specie protetta della flora italiana), ed è famosa per la presenza di suggestive grotte marine da poter esplorare facendo escursioni in barca.
Iniziando il suo periplo dal versante Nord si incontrano le seguenti Grotte:

GROTTA DEL MONACO con le pareti verde smeraldo, molto piccola e di scarsa importanza, prende il nome da una roccia sovrastante che, a guadarla di profilo, dà l’idea di un monaco in preghiera. Molto suggestiva quando i raggi del sole la illuminano da ponente.

GROTTA DELLE SARDINE che si trova in un’insenatura, sotto il primo strapiombo, le sue acque, sempre limpide, perché riparate dai venti, consentono di osservare ad occhio nudo il fondale, circa 10 metri di profondità e si possono ammirare stelle marine e banchi di sardine che danno il nome alla grotta.

GROTTA DEL FRONTONE si entra in un primo ambiente a cupola irregolare le cui pareti sono lisce, levigate e ricche di incrostazioni stalagmitiche; l’antro continua ora restringendosi ora allargandosi in grandi caverne in cui le stalattiti e le stalagmiti hanno creato arabeschi veramente eccezionali.

GROTTA DELLE CASCATE È ricca di piccole e bianche stalattiti. Le acque sono limpidissime e lasciano vedere nitidamente le rocce levigate e arrotondate del fondo, ricoperte da un leggero strato di muschio. Ci si addentra poi a piedi e nel fondo della grotta si possono ammirare sui lati le rocce levigate dall’ acqua e sul pavimento numerose conchette di forma diversa, simili ad acquasantiere.

GROTTA AZZURRA La sua bellezza è data da varie componenti che armonicamente si fondono e creano uno spettacolo unico e suggestivo: il colore azzurro verde rame, in contrasto con l’azzurro pastoso dei bordi interni. Acquista una particolare luminosità e bellezza a mezzogiorno, quando i raggi del sole la illuminano a perpendicolo. 

GROTTA DEL LEONE E’ una cavità irregolare, nel cui basso fondale si può osservare il corallo. Così detta per una roccia che, distesa nell’acqua di colore smeraldo, quasi al fondo della grotta, nella penombra dà l’idea di un leone disteso con la testa sollevata. 

Infine, a 18 metri sotto il mare, si apre la grotta più misteriosa dell’Isola di Dino: la Grotta Gargiulo, una meraviglia accessibile soltanto agli esperti di immersioni.

SANTUARIO MADONNA DELLA GROTTA è incastonato tra le cavità rocciose del monte Vinciuolo, raggiungibile tramite una serie di gradini. Caratterizzata da tre cavità rocciose, nella prima è presente un grande masso sul quale, secondo la leggenda, fu deposta la statua della Madonna con il bambino; la seconda grotta è la più grande, dove è posizionata una bianca statua marmorea della Madonna con il bambino; la terza è la GROTTA - CAPPELLA dove vi è l' altare maggiore. Il SANTUARIO è un luogo raccolto e silenzioso che invita alla preghiera e alla riflessione, quasi un'oasi di pace. Sicuramente può essere un'ottima meta di pellegrinaggi e, con i locali della Casa Canonica completamente restaurata.

TORTORA MARINA

 

E' il primo borgo costiero del versante tirrenico calabrese, per chi proviene dal nord.è situata sulla fascia costiera che si affaccia sul Golfo di Policastro fra due località balneari apprezzate a livello internazionale: Maratea Praia a Mare.  E' un centro turistico estivo dotato di spiagge attrezzate e lidi balneari, meta turistica di molti vacanzieri. Di interesse architettonico - urbano - naturalistico si segnalano : la chiesta Stella Maris, il lungomare Francesco Sirimarco, la Piazza Stella Maris, il Mausoleo di Blanda Julia, la Torre Nave, la fiumarella di Tortora e il parco Archeologico di Blanda.

SAN NICOLA ARCELLA 

San Nicola Arcella è uno dei centri turistici più belli della costa tirrenica, in cima ad un belvedere naturale che si sporge a picco sul mare da un altezza di oltre 100 mt, con in lontananza la sagoma della maestosa Isola di Dino ed una cornice di montagne che danno luce ad un magnifico panorama che si estende per tutto il Golfo di Policastro. Da San Nicola Arcella si possono ammirare straordinari tramonti, un mare cristallino, scogli e alcune grotte tra cui la più famosa che è l' ARCO MAGNO. L'Arco Magno è il simbolo naturalistico di San Nicola Arcella, è una fenditura a forma di arco scavata dal mare nella roccia che consente a piccole imbarcazioni di raggiungere una spiaggetta, su cui vi è una piccola grotta in cui sgorga acqua dolce.

MARATEA 

Una “perla” incastonata nel Golfo di Policastro e affacciata sul Mar Tirreno. Maratea è una località dai versatili paesaggi, dagli inebrianti profumi di mare e fiori, che la rivestono in ogni angolo, di rocce accarezzate dai raggi del sole al punto da creare brillanti giochi di luce.                                                                                                                                                                                                            L’azzurro del mare e il verde della vegetazione tipica della macchia mediterranea incontra la rocciosa scogliera e insieme circondano splendide spiagge nelle località di Acquafredda, Cersuta, Fiumicello, la Spiaggia Nera, le Secche, Castrocucco. Così il litorale, impreziosito al largo da scogli e isolotti, si snoda per 32 km, intervallato da pareti rocciose alte e ripide che, ora si tuffano nel Mar Tirreno, ora si ritraggono accogliendo calette e spiagge.A dominare l’incantevole paesaggio, sorge su uno sperone l’antico borgo di Maratea, arricchito da portali e viuzze, archi e palazzi settecenteschi, grotte, torri costiere, e, tra le altre, una accogliente e intima piazzetta.                                                                                                                                                                                                                                                             Il centro storico offre una ricca concentrazione di architetture di valore storico, tra cui luoghi di culto, per questa ragione Maratea è denominata anche “la città delle 44 chiese”.L’abitato della “Perla del Tirreno” è sovrastato dal Monte San Biagio, su cui svetta la Statua del Redentore, noto anche come “Cristo di Maratea”, seconda per dimensioni soltanto a quella di Rio de Janeiro. Sotto la monumentale statua sono aggrappati, ad un fianco del monte, i ruderi dell’antico borgo denominato “castello”, mentre al lato opposto del Cristo si può visitare la Basilica di San Biagio (VI – VII sec. d.C.).Ad accrescere la bellezza della città è il suo porto che garantisce servizi e accoglienza ai natanti e nelle serate estive diventa una delle attrazioni del posto per i numerosi eventi mondani che ospita.